Chi Sono

Stefano Bartoli nasce a Siena l’ 8 aprile 1984 e fin da giovanissimo inizia a viaggiare e a vivere in diversi paesi entrando in contatto con le principali culture di ogni continente.

Si Laurea in Lingue, Letterature e Culture Straniere all’ Università di Siena per poi approfondire la linguistica e filologia ispanica vincendo una borsa di studio per l’Università di Siviglia in Spagna.

Ritornato in Italia si specializza in “Comunicazione nell’Impresa e nelle Organizzazioni Internazionali” all’Università di Modena e Reggio Emilia.

In quel periodo frequenta anche il Master in “Comunicazione Strategica, Problem solving e Coaching” del Prof. Giorgio Nardone entrando in contatto per la prima volta con l’approccio strategico.

Nel 2010, all’età di 26 anni, diventa il più giovane formatore della storia del Centro di Terapia Strategica.

Da quel momento inizia un rapporto sempre più di vicinanza con il suo maestro Giorgio Nardone seguendolo ed affiancandolo in ogni sua attività consulenziale, formativa e di coaching.

Dal 2015 è il Direttore Operativo del Centro di Terapia Strategica ed il “braccio destro e sinistro” del Prof. Nardone tanto da avere l’onore di essere il padrino di sua figlia Iris.

In questo periodo, sempre su suggerimento del maestro ottiene un’ulteriore laurea magistrale in psicologia e si specializza in Ipnosi Strategica.

Dal 2018 è stato nominato cultore della materia Leadership presso l’Università Luiss di Roma.

Il Dr. Bartoli è trainer internazionale del modello strategico e insegna annualmente nei master di alta formazione clinica e manageriale ed in università nei seguenti paesi: Russia, Bielorussia, Messico, Costa Rica, Colombia, Perù, Cile, Equador, Stati Uniti, Francia, Spagna, Romania, Belgio e Italia.

Le sue conoscenze di management, comunicazione strategica e business unite alle strategie di problem solving lo hanno fatto diventare consulente di grandi aziende e multinazionali.

Per aiutare le persone a risolvere i problemi, potenziare le loro performance e sviluppare e migliorare i propri talenti il Dr. Bartoli da anni usa tecniche avanzate di coaching.

È tutt’ora il coach di molti top manager, atleti e artisti professionisti ed ha seguito in prima persona famosi coach italiani e stranieri per potenziare la loro leadership.

Da sempre appassionato di culture, stili di vita e filosofie ha approfondito lo studio dello Zen, dello Shintoismo Giapponese, dello Yoga e del Cristianesimo.

È 3°dan di Aikido che pratica dal 2001.

È stato allievo dei maestri giapponesi  Yoshigasaki e  Toshiaki e dal 2010 insegna nel suo dojo a Siena.

Il Maestro

Essendo cresciuto con una seria pratica delle arti marziali giapponesi il concetto di “Maestro” è per me qualcosa che va ben oltre l’idea di qualcuno che ti insegna una tecnica, un protocollo da seguire o un approccio. Questi si chiamerebbe “insegnante”.

Un Maestro si può definire tale poichè il suo insegnamento è qualcosa che va oltre la téchne, è qualcosa che ti plasma e ti fa migliorare tirando fuori dalla tua persona aspetti che non credevi di conoscere o facendoti arrivare a dei livelli di performance che, se guardati successivamente, ti stupisci di aver fatto proprio tu.

Un maestro è colui che ti fa toccare i limiti e ti indica anche come superarli aprendoti a possibilità mai prese in considerazione.

In giapponese esiste una parola “huchideshi”, che significa “allievo interno alla scuola”, ovvero colui che ha la possibilità di imparare dal Maestro fuori dai formali momenti di insegnamento e che in cambio se ne prende cura standogli vicino.

Quello che sono, che faccio e che riesco a fare lo devo in gran parte a Giorgio Nardone, il mio Maestro.

Non ci sono parole sufficienti per poter esprimere la mia riconoscenza e gratitudine verso quest’uomo.